Sei qui
Home Page > Posts tagged "studi"

I canarini

uccellini-

Il canarino è pet per antonomasia giacché, da quel che mi risulta, a parte il famoso ruolo di sentinella ambientale attribuitagli dai minatori, la sua presenza nel nostro mondo è scarsamente riconducibile a una qualche forma di mero utilizzo. È incredibile pensare che il cane, notoriamente legato alla storia dell’umanità,

Basta una pianta indigesta per trasformare i bruchi in cannibali

bruco-

Molti preferiscono mangiarsi tra di loro che provare a spostarsi su una pianta diversa, anche se è vicinissima. Per difendersi da ospiti ingordi delle loro foglie, alcune piante hanno sviluppato la capacità di emettere sostanze che inducono i bruchi a diventare cannibali e a mangiarsi a vicenda. Il comportamento di alcune

Usa e Canada, il ritorno delle foche grigie

foca-grigia

Lo rivela una ricerca condotta dalla Duke University sfruttando droni, telecamere termiche e le immagini di Google Earth. A volte ritornano. E, in alcuni casi, si tratta di una piacevole sorpresa. Come per le foche grigie: dopo essere state date quasi per spacciate, sembrano ora fare di nuovo capolino in New

Un etologo in erba

etologo-in-erba

Non ricordo un momento della mia vita senza un animale a caratterizzarlo e a dargli significato. Andando indietro con la memoria, i giorni si trasformano così in un calendario zoomorfo ove i diversi animali, come spiriti guida, mi riportano proustianamente sensazioni lontane, ma nello stesso tempo vivide e ho l’impressione

Perché le uova cambiano forma da specie a specie

uova-

Per la prima volta una ricerca ha dato una risposta convincente, per quanto intuitiva: dipende da quanto e come volano gli uccelli. Esistono migliaia di specie di uccelli e ognuna produce uova con forme diverse: ellittiche, asimmetriche, a forma di goccia o completamente rotonde, e l’elenco potrebbe continuare a lungo. Finora

È che in piedi stanno proprio comodi, i fenicotteri

fenicotteri-

Un nuovo studio sulla loro postura ha scoperto che non fanno nessuna fatica a stare ritti su una zampa sola, grazie a un sapiente utilizzo della gravità. Esistono alcune teorie sul perché i fenicotteri stiano in piedi sostenendosi su un’unica zampa: secondo alcuni biologi è per evitare di disperdere un’eccessiva quantità

Top