Sei qui
Home Page > Posts tagged "relazione"

Essere felici!

essere-felici

Ritengo che parlare di felicità negli animali non-umani non sia affatto una forma di antropomorfismo e non sia prerogativa dell'essere umano, bensì una condizione, seppur instabile, molto precaria e vulnerabile, che ci accomuna alle altre specie. Ma, allora, cosa significa essere felici e cosa, in particolare, richiede la felinità per raggiungere

Un incontro dirompente

incontro-

Certo è che la relazione con il cane è a dir poco coinvolgente, potremmo persino definirla un tripudio relazionale, talvolta persino asfissiante e comunque non facile da sostenere perché il cane richiede presenza e attiva partecipazione. Con lui non ci si può permettere quello svogliato distacco, quella libertà di spazi,

Educare le persone

puppies-

Tutto comincia dal desiderio di avere un cane. Un cane... ma quale? E poi siamo veramente sicuri che in quella particolare situazione sia la cosa giusta? Mi rendo conto che non è possibile fare il terzo grado a quanti desiderano adottare un cane - utilizzo il termine “adottare” perché sempre, anche

L’approccio cognitivo

approccio-siua

La didattica cognitiva si differenzia da quella behaviorista perché considera l’apprendimento il frutto di una tensione dell’individuo verso un obiettivo che non riesce a raggiungere. Si tratta pertanto di un intero sistema che viene coinvolto sulla base di un orientamento complessivo (proiettarsi verso una meta), di un posizionamento specifico nel qui

Il fascino felino

fascino-felino

La geografia felina è costituita da individualità che si sovrappongono solo parzialmente, da confini irrimediabilmente sfumati, da occasionalità che somatizzano in profili marcati. Il gatto risente moltissimo delle variabili di sviluppo, in un modo che ancor oggi gli etologi stentano a capire e che molto probabilmente riguarda non solo le

Viaggio nel mondo della felinità

viaggio-felinità

Il viaggio nel mondo della felinità ha sempre un sapore ambivalente, oscillazione tra l'avvolgente calore che la sua espressione trasmette quasi per osmosi e la vertigine che ci coglie, come di fronte a un precipizio, la sensazione di naufragare in un universo spoglio di confini, senza riferimenti, privo di qualsiasi

Top