Sei qui
Home Page > Posts tagged "emozioni"

Le origini del disgusto studiate negli scimpanzé

Le origini del disgusto studiate negli scimpanzé

di Eleonora Degano L'odore di immondizia, la carne guasta, un cartone di latte andato a male: il disgusto ci tiene al sicuro da molte cose, e le radici di questa reazione si possono studiare anche in altre specie. Il disgusto è un meccanismo estremamente potente che si è evoluto, probabilmente, per tenerci

GIS 2017 – Le cure parentali

gis 2017 le cure parentali

Testo della lectio magistralis di Roberto Marchesini tenuta in occasione della V edizione delle GIS - Le Giornate Internazionali Sulla Relazione Uomo-Animale, tenutesi a Bologna il 28 e 29 ottobre 2017. È importante fare una premessa: spesso, quando vogliamo descrivere o spiegare qualunque ambito della realtà, pensiamo che esista una spiegazione

Brexit: che cosa cambia per gli animali di interesse economico (e non)

brexit cosa cambia per gli animali

Sua Maestà il Re dei Belgi, Sua Maestà la Regina di Danimarca, il Presidente della Repubblica Federale di Germania, il Presidente dell'Irlanda, il Presidente della Repubblica Ellenica, Sua Maestà il Re di Spagna, il Presidente della Repubblica Francese, il Presidente della Repubblica Italian, Sua Altezza Reale il Granduca del Lussemburgo,

Lo stato del corpo e le emozioni

plos one

Avere paura, provare gioia, essere irritati, sentirsi tristi sono disposizioni di base la cui funzione è di fornire una risposta immediata di tutto il corpo alle diverse condizioni in cui il soggetto si può trovare. Le chiamiamo emozioni e ci dimostrano la parzialità dell’animale nell’interfaccia con il mondo. L’animale è soggettivo

Menti animali

koala-

È uscito un numero speciale del Time, dedicato alle menti animali. Anche gli animali non umani pensano? Si tratta di un argomento di grande attualità e interesse a cui è dedicato il numero speciale di Time appena uscito in America.   L'etologia ha fatto numerosi passi avanti ma ci sono persone che ancora

L’approccio cognitivo

approccio-siua

La didattica cognitiva si differenzia da quella behaviorista perché considera l’apprendimento il frutto di una tensione dell’individuo verso un obiettivo che non riesce a raggiungere. Si tratta pertanto di un intero sistema che viene coinvolto sulla base di un orientamento complessivo (proiettarsi verso una meta), di un posizionamento specifico nel qui

Top